La psicoterapia

La psicoterapia

Milioni di persone nel mondo soffrono per disturbi che non hanno nulla di organico: non hanno lesioni cerebrali né problemi ai nervi. Il loro comportamento è “ingessato”, sempre uguale e rigido in qualsiasi circostanza. Cercano inutilmente di scacciare pensieri sgradevoli, hanno paura dei luoghi pubblici, temono di cadere da un momento all’altro vittime del panico, mangiano fino a diventare obesi o digiunano fino a morire, temono il giudizio degli altri o i loro inesistenti complotti: sono i nevrotici. Chissà quanti ne conoscete, eppure difficilmente vi viene spontaneo considerarli malati. A volte sono solo persone un po’ strane, eccentriche; altre volte sono fastidiose e, apparentemente, “cattive”. In realtà sono solo persone sofferenti, vittime di “gabbie” mentali di cui nessuno ha veramente colpa, ma così potenti e interiorizzate che sfuggirne da soli è impossibile. Loro stessi fanno fatica a vederle e spesso attribuiscono la loro sofferenza a tutt’altro.

Lo psicoterapeuta è la persona che ancora non hanno incontrato.  Il suo lavoro consiste nel favorire un cambiamento a livello psichico e comportamentale, attraverso degli strumenti specifici, di cui i principali sono la relazione e la parola .

Ci sono oggi al mondo ed anche in Italia, numerosissime scuole di pensiero e approcci psicoterapeutici possibili.

Io non credo esista quello più giusto degli altri. Non potrei dirlo, forse non c’è. Penso che la “cura” debba dipendere sempre e solo dalle necessità del paziente.

Dopo un primo incontro, in accordo con il paziente, si inizia il percorso terapeutico vedendoci da una a tre volte alla settimana per periodi più o meno brevi.

Dipende chiaramente dalle necessità, da ciò che egli effettivamente cerca e dalla sua disponibilità.

Il dott. Domenico Bumbaca effettua Consulenze e psicoterapie sulle seguenti tipologie di disturbi o problemi:
 

Disturbi d’ansia

•     Attacchi di panico.

•    ansia generalizzata

•    disturbo post-traumatico da stress

•    ansia da prestazione (paura di arrossire, di parlare in pubblico ecc

 Hai qualche domanda? clicca qui.

 La fobia

È inclusa nelle fobie ogni forma di paura specifica, come:

•    paura di perdere il controllo

•    paura dell’aereo

•    paura dell’altezza

•    paura di perdere le persone care

•    paura di perdere degli animali

•    paura degli spazi chiusi o aperti

•    paura del rifiuto sociale

•    ecc

Disturbi legati al corpo e a somatizzazioni:

•    ipocondria (paura delle malattie)

•    dismorfofobia (fissazioni legate all’aspetto fisico o ad una parte del corpo)

•    dolori e manifestazioni somatiche e sintomatiche improvvise

 Hai qualche domanda? clicca qui.

Fissazioni e ossessioni

•    ossessioni (pensieri ripetitivi, dubbio ossessivo)

•    compulsioni (rituali vari: di lavaggio, di pulizia, ecc

•    anoressia

•    bulimia

•    obesità

•    binge eating

 Hai qualche domanda? clicca qui.

Depressione

La parola “depressione” è molto usata nel linguaggio comune così come in quello della psicologia clinica, tuttavia spesso dà adito a incomprensioni e significati differenti.

 Hai qualche domanda? clicca qui.

Insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno caratterizzato dall’impossibilità di dormire per un numero di ore sufficiente durante la notte

 Hai qualche domanda? clicca qui.

Disturbi sessuali:

•    difficoltà di erezione

•    impotenza

•    eiaculazione precoce

•    disturbi del desiderio

•    vaginismo

 Hai qualche domanda? clicca qui.

Problemi relazionali in differenti ambiti:

•    coppia e famiglia (conflitti, separazioni, problemi nell’educazione dei figli);

•    lavoro (conflitti, cambiamenti, burn-out, mobbing, raggiungimento di obiettivi)

Problemi dell’infanzia e dell’adolescenza:

•    comportamenti oppositivo-provocatori

•    fobia scolare

•    iperattività

•    disattenzione

•    mutismo elettivo

•    disturbo da evitamento

•    paure specifiche (animali, situazioni, oggetti)

•    disturbo da isolamento

Disturbi legati all’abuso di internet:

•    shopping compulsivo

•    gioco d’azzardo

•    dipendenza da chat e/o da cybersesso

•    ricerca compulsiva di informazioni in rete

Definizione di Psicoterapeuta

La legge 56/89, oltre a definire – all’art. 1 – la professione di psicologo, indica anche – all’art. 3 – i requisiti per l’esercizio dell’attività psicoterapeutica: “L’esercizio dell’attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all’art. 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica.”

Per esercitare la professione di psicoterapeuta è obbligatorio essere iscritti all’Albo professionale.

Consulta l’Albo on line per sapere se uno psicoterapeuta è iscritto al nostro Ordine

Normativa di riferimento

 

* Legge 18 febbraio 1989, n. 56 (1) (Normative)

* Ministero Università e Ricerca scientifica e tecnologica – Decreto 11 dicembre 1998, n. 509 (Normative)

* Ministero Università e Ricerca – Decreto 24 luglio 2006Link esterno che apre una nuova finestra (Normative)

Vai alla Home page