V

A|B|C|D|E|F|G|H|I|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|Z

Volontà

Nell’uso di Jung, denota l’aspetto della coscienza vista in relazione all’inconscio  in generale e in particolare agli istinti.  Per Jung, la coscienza non è mai un fattore neutrale, quanto piuttosto un elemento di intervento attivo negli affari della psiche. Egli definisce la volontà come l’energia disponibile per la coscienza, sottolineando il ruolo svolto dalla motivazione per la liberazione di tale energia. La motivazione a sua volta è il prodotto di forze collettive quali l’educazione, la Chiesa, oltre che di determinanti psichiche la quali la depressione e le nevrosi.

Torna al menu

Condividi questo articolo sul tuo social network preferito