B

A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z 

 Base, conflitto di

Termine coniato da K. Horney per indicare i conflitti fondamentali che emergono quando i i bisogni nevrotici sono scoordinati. Nella sua teorizzazione i bisogni sono divisi in tre gruppi: quelli che implicano un allontanamento dalla gente; quelli che implicano un avvicinamento alla gente; e quelli che implicano un attacco alla gente. Un conflitto di base potrà emergere se saranno attivati simultaneamente dei bisogni appartenenti a due o più di questi gruppi.

Base, ansia di

Termine coniato da K. Horney per indicare i sentimenti di impotenza ed isolamento del bambino. Si suppone  che l’ansia venga scatenata da qualsiasi cosa sia in grado di interferire o di togliere sicurezza. Questo concetto è di primaria importanza nella sua teoria sullo sviluppo della personalità. le strategie che l’individuo impiega per dominare la propria ansia di base divengono i componenti fondamentali della personalità.

Benzodiazepine

Un ampio gruppo di tranquillanti minori, utilizzato nel trattamento dell’ansia.

 Bioenergetica

Una forma di psicoterapia derivata dalle teorie di W. Reich. I moderni sostenitori della visione bioenergetica hanno decisamente superato l’ipotesi dell’orgone  formulato da Reich, ma hanno mantenuto al centro della loro attenzione il funzionamento fisiologico ed il suo rapporto con la stabilità emotiva e la sensazione del benessere.

Biofeedback

Feedback informativo sul funzionamento dell’organismo. La maggior parte dei biofeedback è mediata dai normali canali percettivi. p.es. se si chiudono gli occhi e si estende un braccio, il feedback cinestesico ci informa della posizione del nostro arto e ci permette di calibrarne i movimenti in modo da poter effettuare una determinata operazione. La ricerca ha recentemente evidenziato come si può anche ricorrere ad una sorgente di feedback esterna all’organismo, per permettere all’organismo stesso di modulare efficacemente il proprio funzionamento. Per esempio, quando si stabilisce un feedback elettroencefalografico, i soggetti possono sviluppare un certo controllo sulle loro onde alfa. Manipolazioni di questo genere sono state effettuate per la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, il flusso ematico alle estremità, ecc.

Biologico, orologio

Meccanismo biochimico che si ritiene responsabile del controllo dei sistemi comportamentali che presentano una periodicità; p.es. bioritmo, ritmo circadiano. Attualmente si ritiene che sia senz’altro troppo semplicistico pensare che ogni organismo vivente possieda un singolo orologio biologico che segue l’andamento ambientale e controlla tutti i bioritmi; sembra chiaro che esistono molteplici sistemi di controllo, attivi su varie funzioni. Anche chiamato orologio endogeno.

Bipolare, disturbo

Disturbo affettivo maggiore, nel quale sono presenti tanto episodi maniacali che episodi depressivi, cioè, si ha la co-presenza di ambedue i poli affettivi. Se ne distinguono diversi sottotipi, definiti maniacali, depressivo o misto, a seconda dei sintomi predominanti al momento dell’osservazione.

Bisogni, gerarchia dei

In accordo con la teoria di A. Maslow, tutte le motivazioni umane possono essere viste come componenti di un sistema gerarchico di bisogni. Sebbene la gerarchia possa essere costruita in vari modi, di seguito elenco le 7 principali divisioni del sistema di Maslow: 1. Bisogni fisiologici: cibo, acqua, ecc. 2. Bisogni di sicurezza: libertà dalle minacce, protezione, ecc. 3. Bisogno di amore e di affetti personali: affiliazione, accettazione, ecc. 4. Bisogni di stima: successo, prestigio, status, ecc. 5. Bisogni cognitivi: conoscenza, comprensione, curiosità, ecc. 6. Bisogni estetici: ordine, bellezza, struttura, arte, ecc. 7. Bisogno di autorealizzazione: auto-soddisfazione, realizzazione del proprio potenziale, ecc.

Maslow concettualizzò questa gerarchia come invariabile e sostenne che più basso è il bisogno più diviene prepotente se non è soddisfatto: una persona affamata si preoccupa poco dell’autorealizzazione. E’ questo assunto che da alle concettualizzazioni  di Maslow le loro caratteristiche gerarchiche.

 

 

Torna al menu

Condividi questo articolo sul tuo social network preferito

Lascia un commento