Home » Articoli » Il narcisista timido ovvero covert (nascosto)

Il narcisista timido ovvero covert (nascosto)

il narcisista covert

Come riconoscere, per evitare oppure affrontare un narcisista covert.

Le vittime del narcisista sono in aumento, più o meno abbiamo un’idea di cosa vuol dire aver a che fare con un narcisista, ne conosciamo la sua personalità, abbiamo imparato, a nostre spese, che in una relazione segue uno schema fatto di almeno tre fasi, ma ancora non abbiamo incontrato in narcista covert, che si cela dietro la faccia del bravo ragazzo (finto) e che ci inganna e ci seduce con la sua dolcezza.   

Tutti credono, relazionandosi con questi soggetti, di aver a che fare con una persona divertente, affascinante, determinata, disciplinata ed anche affettuosa. Ci sono però circostanze (rare) ove di mostrano insopportabili, intimidatori, freddi e inflessibili.

Qual è il peggiore narcisista

Il peggiore narcisista, come il peggior nemico, è quello che si nasconde. Il narcisista covert, si nasconde, perché, incredibilmente è timido.

Con il suo modo di fare lo si può considerare un fine manipolatore, un manipolatore affettivo da cui bisogna apprendere il massimo per poterci difendere in modo adeguato ed efficiente.

Come riconoscere un narcisista covert

Intanto proviamo a farne una descrizione. Dal punto di vista psicologico, il comportamento può essere definito in nascosto, occulto, celato quindi covert, , oppure aperto, palese, limpido, quindi ouvert

I secondi sono quello ove ogni osservatore non ha nessuna difficoltà a vederli e quindi a farsene un’idea della personalità. Prede ideali per i narcisisti patologici.

Poi ci sono i comportamenti tutt’altro che palesi, quelli segreti, più sottili, meno scontati, tutt’altro che ovvi.

Il narcisista, tutti i narcisisti, amano e cercano l’ammirazione degli altri, di cui però hanno zero empatia e … interesse.

Il narcisista covert non è da meno ma ha un comportamento meno esplicito del resto dei narcisisti. Esprime un grandioso senso di auto-importanza, e una caratteristica abbastanza tipica è il loro modo di sembrare snob.

Ci sono alcuni ‘segnali’ che potrebbe farci intuire di essere in presenza di questo personaggio.

Mancanza di empatia. Tutti i narcisisti hanno questa caratteristica. Questi soggetti, non hanno nessuna considerazione dei sentimenti e delle sofferenze altrui. L’altro è un oggetto per raggiungere i propri fini. Punto.

Difficoltà di relazioni. Le loro relazioni sono sempre difficili, indifferenti a tutto e tutti, impersonali. Il narcisista covert è insicuro perché è assolutamente incapace di provare a mettersi in contatto con gli altri in modo sincero.

Reticenti e incapaci di ascoltare. Tendono a fare una valutazione veloce dell’altro o della situazione se la trovano poco interessante, indegna, non all’altezza della loro considerazione, girano i tacchi e ti cancellano.

Aggressività si ma passiva. Possono trovarsi ad affrontare situazioni e/o persone spiacevoli. Loro ascoltano e pur avendo ricevuto una richiesta ragionevole, potrebbero dire di condividere ma poi, potrebbero non fare assolutamente nulla.

Superiorità e autocompiacimento. Tutti abbiamo più o meno presente l’estremo manierismo dei narcisisti (basta accendere la TV). Questi soggetti amano l’iperbole ed esaltano una comunicazione caratterizzata dalla grandiosità che spesso è arrogante, volgare, tesa solo alla forma e quasi mai alla sostanza.  Diverso è il comportamento dei covert.

Infatti, più difficili da scovare, osservano (e giudicano), ascoltano (quasi sempre senza reale interesse). Non agiscono e non parlano. Sono i peggiori perché pur non facendo apparentemente nulla, hai la netta sensazione di quanto siano sprezzanti. Infatti esprimono la loro superiorità dal fatto non sono attenti, appena appena tolleranti, si distraggono, mostrano noia, sono scortesi, sbadigliano, … se parlano, lo fanno solo per criticare e per enfatizzare solo il loro punto di vista.

Molto sensibili. Sono molto permalosi e quindi si offendono facilmente e se osi fare critiche è la fine. Tutto ciò che arriva come negativo in merito alla loro persona viene controbilanciata con un esagerato senso di autocompiacimento

Come difendersi da una relazione con un narcisista

Non ci sono molte opzioni, infatti puoi prendere e scappare oppure restare e difenderti.

Se decidi di restare dovresti intanto chiederti perché vuoi stare con un narcisista.

Voglio restare perché: hai avuto un genitore narcisista; preferisci essere controllato/a e quindi preferisci un ruolo più passivo; lui ti tratta come sei sempre stata trattata dai tuoi genitori e quindi percepisci una sorta di familiarità rassicurante, …

E’ importante fare queste riflessioni e stabilire perché vuoi una relazione con un/una narcisista.

Infatti innamorarsi di queste persone potrebbe evidenziare una sorta di dipendenza e codipendenza affettiva.

Se vuoi andartene valuta alcune cose ad esempio: quanto soffriresti, da quanto dura, se ci sono figli, quanto sei determinato/a, quanti amici potrebbero sostenerti, …

Se hai deciso di chiudere, chiudi e basta. Chiudi definitivamente, va via e non tornare mai indietro.

Il rischio di essere manipolati, se tentenni, è enorme.

Se non ci riesci da solo/a, valuta l’ipotesi di un supporto psicologico.

Condividi questo articolo sul tuo social network preferito