Home » Articoli » Fine della relazione di coppia

Fine della relazione di coppia

Fine della relazione di coppia

Quando si ha una fine della relazione di coppia, ovvero quando una relazione si conclude, chi la subisce prova sentimenti che vanno dalla tristezza alla solitudine, passando a volte per la rabbia e la paura.

Effetti della fine della relazione di coppia

Tutti questi stati d’animo rubano il sonno, e rendono la giornata priva di interesse. Non si dorme e a volte, si è costretti a ricorrere ad un aiuto farmacologico e di giorno, il lavoro, o meglio la necessaria attenzione da dedicare al lavoro ne risente, a volte pesantemente.

Ci si sente bloccati, appesi, come in una specie di terra di nessuno, in un luogo ove le certezze e la forza raggiunta nel rapporto di coppia, vengono a mancare e si ha la netta percezione che tutto sia effimero, precario, fragile. Prima c’era un bel bicchiere di cristallo, ora solo frantumi di quel meraviglioso bicchiere quasi sempre colmo di pienezza.

Non ci si sente più amati come prima e, ovviamente, si è fuori dall’orizzonte visivo di colui o colei che una volta era la nostra vita; tutto ciò provoca una profonda sofferenza accompagnata dalla sensazione di abbandono e da quello che, almeno per un pò, diventerà il nostro compagno quotidiano: la solitudine

Non siamo più ‘unici‘ per l’altro e convincersi di questa intollerabile realtà, diviene la vera sfida da cui spesso se ne esce spesso male. Grazie al ricorso di speciali processi psicologici (meccanismi di difesa) si riesce a proteggersi dal rischio di sapere di non essere più amati, attraverso un graduale e inconsapevole processo di negazione.

Questi meccanismi permettono di allentare la presa ma anche di porci in una posizione di ambiguità nei confronti di ciò che prima era il rapporto di coppia favorendo però lo stato di confusione, incomprensione, sofferenza, false aspettative, etc.

Cosa fare dopo la fine della relazione di coppia

Per non destabilizzarci, potrebbe essere molto utile ricorrere ad un delicato percorso psicologico teso a definire i confini della relazione appena conclusa.

Questo perchè, definendo la nuova situazione in modo chiaro, possibilmente da entrambi, si creano i presupposti per impostare i primi, necessari passi verso quel processo di reale separazione psicologica e autonomia dall’altro.

Diventarà quindi più tollerabile la separazione dall’altro e guardare con fiducia e serenità al proprio futuro

Condividi questo articolo sul tuo social network preferito

Lascia un commento