Il significato dell’attrazione sessuale

Come e perché scatta l’attrazione sessuale?

Questo articolo prende in considerazione alcuni studi scientifici,  l’influenza dei cinque sensi, le ragioni che spingono gli uomini a preferire le donne più giovani e le donne mature a fare altrettanto.

Cosa dice la ricerca.

In merito agli uomini ‘mascalzoni’, una ricerca ha preso in considerazione circa 200 studenti universitari con quelle caratteristiche ed  ha evidenziato che pur essendo caratterizzati da tratti negativi (insensibilità, impulsività, narcisismo etc)  essere un cattivo ragazzo nei rapporti con l’altro sesso, è ahimè, pagante in particolare nei rapporti a breve termine. La conclusione è che queste caratteristiche sono vincenti per facilitare l’accoppiamento e nel corso dell’evoluzione umana hanno ancora un ruolo importante anche se non sufficiente per costruire una relazione stabile e duratura, basata sulla fiducia, l’intimità e l’impegno.

Altri studi evidenziano l’importanza del colore rosso nell’abbigliamento femminile dimostrando che tale colore favorisce la scelta da parte degli uomini.

Un altro aspetto è legato allo status sociale del partner. Alcune ricerche evidenziano che le donne sono maggiormente attratte dagli uomini ricchi perché in grado di garantire un futuro a se stesse e alla propria prole mentre gli uomini tendono a preferire quelle più giovani, perché potenzialmente più fertili e quindi più idonee a trasmettere i propri geni.

In una ricerca inglese si è evidenziato che chi guadagna fino a diecimila sterline ha mediamente un figlio mentre chi ne guadagna 40 o più ha sicuramente almeno due o più figli.

La psicoanalisi di tipo freudiano prende in considerazione il complesso edipico per spiegare  la scelta del proprio partner e ha svelato il ruolo giocato dal narcisismo. Solo liberandolo un po’ da se per donarlo ad un’altra persona, è possibile stabilire rapporti stabili.

Jung invece va oltre questi concetti e l’ho descritto meglio nell’articolo sull’anima e animus.

Il tema può essere trattato anche dal punto di vista dei cinque sensi, infatti grazie alla vista individuiamo il nostro possibile partner, poi, udito, odorato e tatto confermano o meno la scelta operata e il gusto, dopo il primo bacio lo consolida o lo demolisce definitivamente.

Come detto sopra, ai maschi piace la donna più giovane e pare che (secondo alcuni studi) il 70% delle donne abbiano dichiarato di preferire uomini di 10-20 anni più grandi   perché considerano i coetanei immaturi e infantili. Questa ‘preferenza’ sembra sia da attibuire a fattori economici (e non come sosteneva Freud al noto meccanismo edipico).  Gli uomini adulti, proprio perché più grandi, in teoria sono più sicuri di sé, sanno cosa fare e non hanno i conflitti tipici di chi ancora deve andare alla costante ricerca di sé stessi. Tutte caratteristiche che fanno sentire una donna davvero al sicuro, ispirando fiducia perché sanno come gestire le avversità quotidiane.

Tutto vero, in particolare all’inizio ma affinchè la relazione continui, inutile dirlo, sono necessarie molte altre cose.

Ma, anche alle donne piace il partner più giovane e il fenomeno “cougar” lo evidenzia.  La donna “cougar”, tra i 30 e i 55 anni, ha dato un calcio alle relazioni  tradizionali e si accompagna con ragazzi notevolmente più  giovani non solo per un passatempo momentaneo ma anche per divenire  compagni di una vita.

Questa tendenza sembra stia vivendo un vero e proprio boom, e alcune statistiche sostengono che a Roma e Milano circa il 70% delle donne intervistate sembrerebbero disponibili a sperimentare questa esperienza di un uomo molto più giovane.

Tutto perché le donne si sentono molto più libere e desiderano fare quello che gli uomini hanno sempre fatto, quindi anche avere un uomo che abbia la metà dei propri anni.

Leggi anche il significato degli archetipi nella nostra vita,  Non so se ti amo

Studio Bumbaca, Roma, Via Appia Nuova 225 / Avezzano (loc FORME) - cell: 366 2645 616 - PI : 10726621005